• 16/09/2021

Un law hub che combina le competenze del nuovo millennio

Il futuro dello studio legale? 

Per assistere i propri clienti nell’affrontare le sfide della digitalizzazione, lo studio legale Bosaz di Pistoia ha sviluppato un nuovo modello di assistenza continuativa e diretta che combina tutela legale e consulenza tecnologica e commerciale

Olivia Bosaz, fondatrice e titolare

Offrire alle imprese competenze legali, tecnologiche e commerciali combinando specialisti del diritto e di altre professioni per affrontare le sfide di un mercato sempre più competitivo e digitale. È questa l’innovativa formula sviluppata dallo studio legale Bosaz di Pistoia, nato dall’interesse professionale e personale dell’avvocato Olivia Bosaz, di applicare il diritto penale alle nuove tecnologie. Forte dell’esperienza maturata sul campo, lo studio vuole ore espandersi puntando sulle tecnologie emergenti e sui nuovi mercati.

«Mi piace definire lo studio una law hub, uno spazio, non tanto fisico quanto professionale, dove offriamo competenze specialistiche unificate – racconta Bosaz -. Questo ci permette di offrire una consulenza continuativa molto veloce e diretta, senza passaggi complicati e con un accesso diretto alla figura dell’avvocato: un vantaggio per i clienti che ottimizzano il tempo e un’opportunità per interagire con più risorse aziendali e capire molto più facilmente le problematiche e le dinamiche aziendali interne».

Se il diritto penale e civile sono alla base delle attività dello studio, sono le nuove materie e i molteplici settori di consulenza ad aver permesso la nascita e lo sviluppo dell’hub. 

«L’avventura è cominciata attraverso master specialistici e l’approfondimento dei diversi aspetti tecnico-giuridici legati alla privacy e alla data protection – spiega Bosaz – abbiamo avuto l’opportunità di seguire importanti aziende informatiche in tutta la Toscana e avere contatti molto interessanti con società che si occupano di sicurezza informatica per enti e società private in tutta Italia».

Questo ha permesso allo studio di occuparsi a tutto tondo della presenza digitale dei clienti e di valorizzare il proprio core business, offrendo consulenze specialistiche sulla privacy, sui termini e condizioni contrattuali dei siti internet, sui contratti di hosting e cloud e sulle relative questioni legate alla proprietà intellettuale, dalla richiesta ed esame di brevetti software alla registrazione dei marchi. 

«Abbiamo notato che ci sono grandi e piccole realtà che nei loro ambiti hanno necessità di essere consigliate su questi materie – spiega Bosaz -. Con i nostri servizi vogliamo assisterle nel comprendere quali sono i problemi legali che vengono fuori, come trattare i dati, quali soluzioni scegliere e quali conseguenze possono scaturire da queste scelte».

Sfide affrontate puntualmente dallo studio anche grazie alla valorizzazione degli interessi e delle conoscenze dei singoli membri del team, capaci di combinare i molteplici aspetti legati alla digitalizzazione con le altre discipline, come il diritto della moda e il diritto dell’arte. 

«Vogliamo diventare un punto di riferimento per tutti coloro che hanno progetti interessanti e per le startup e vogliamo farlo mettendoci anche noi in gioco per crescere professionalmente – spiega la titolare -. In tale prospettiva, stiamo lavorando con un’importante società provider in Toscana in soluzioni di blockchain per le pmi, per offrire questa tecnologia emergente, che permette di gestire in maniera decentrata e sicura le informazioni, ai nostri clienti sotto forma di un’applicazione di validazione di documenti».

Un percorso di crescita che sta progressivamente portando lo studio a cogliere nuove opportunità di espansione. 

«La possibilità di offrire consulenza online ci ha aperto a realtà che sono fuori dalla Toscana – spiega Bosaz -. Sicuramente il mercato è tutta Italia ma, in un’ottica di crescita e d’innovazione, stiamo investendo molto anche sul mercato asiatico e sulle opportunità offerte da questo».Un obiettivo reso possibile anche grazie a un rinnovato approccio al ruolo dell’avvocato:  «siamo convinti che oggi dobbiamo legare il linguaggio legale alle esigenze pratiche del cliente – spiega Bosaz – Dobbiamo far comprendere che l’avvocato deve essere vissuto come un’opportunità di risparmio e di facilitazione della propria idea di business».


Lo studio legale Bosaz supporta le aziende e gli innovatori nella creazione di valore in cui privacy, sicurezza, e commerce, proprietà intellettuale, marchi e brevetti sono fattori chiave per distinguersi nel digital business



APPROFONDIMENTI

www.studiobosaz.it

Francesco Ugolini