• 04/10/2022

Traent rivoluziona la blokchain e si presenta ai portatori di interesse con una serie di eventi online

 Traent rivoluziona la blokchain e si presenta ai portatori di interesse con una serie di eventi online

Federico D’Annunzio, fondatore e CEO di Traent

Traent, la start up pisana che ha rivoluzionato il modo di utilizzare la blockchain, si presenta fino al 17 giugno, con una serie di eventi online, ad imprenditori, esperti e system integrator.

‘Il progetto blockchain aziendale Web3’ risultato di due anni di ricerca e sperimentazioni.
‘Con le nostre reti di blockchain funzionali – spiega il fondatore e Ceo Federico D’Annunzio (nella foto) – superiamo i limiti delle blockchain per il business, aggiungendo anche nuove funzionalità per l’impresa’.
L’elenco di queste nuove funzioni è articolato. Il progetto Web3, infatti, ‘avvia un nuovo progetto blockchain in un minuto – illustra l’imprenditore -; è possibile inserire un processo aziendale, anche il più difficile e complesso, su Web3 e in pochi giorni il processo è incluso nell’architettura, senza necessità di utilizzare alcun codice smart contract’.
Con Web3, prosegue D’Annunzio, «è possibile collaborare e scambiare documenti e messaggi sublockchain in tempo reale, senza alcuna latenza. Rende possibile lo scambio di qualsiasi tipo di documento senza limiti di dimensione e senza alcun costo di energia. Ciò – sottolinea D’Annunzio – significa che operare con blockchain è assolutamente green e l’impatto ambientale è nullo».
Ulteriore, importante caratteristica delle reti di blockchain funzionali e del nuovo progetto sviluppato da Traent è la trasparenza aziendale che garantisce. ‘È possibile selezionare e pubblicare le prestazioni e i dati della propria impresa mantenendo i dati sensibili e personali completamente privati’, spiega D’Annunzio.
‘Contemporaneamente – conclude –, il grande pubblico può controllare la blockchain con un clic, rinnovando per sempre il modo di costruire il rapporto di fiducia tra utenti e consumatori con marchi e fornitori’.

Fabio Severino, Cto di Traent, aggiunge: ‘La nostra tecnologia è il motore di tutta la piattaforma e rappresenta la vera innovazione. Con le sue caratteristiche uniche, poiché combina le funzionalità migliori della blockchain privata e di quella pubblica, garantisce un accesso sicuro ai dati e la gestione di questi è totalmente nelle tue mani. Decidi tu il grado di trasparenza scegliendo quali dati pubblicare e quali lasciare privati. È implementabile in pochi minuti, i costi sono molto bassi e l’impatto ambientale è nullo. Finalmente la soluzione di cui molti avevano bisogno, sviluppata da un’azienda per molte altre aziende, utenti e organizzazioni’.

Un progetto innovativo nato a Pisa ma che vuole coinvolgere il mondo con l’obiettivo finale di creare un pianeta guidato dall’autenticità, dalla fiducia e dalla trasparenza.
‘La piattaforma blockchain aziendale di Traent affronta alcune delle sfide più urgenti in termini di produttività e sostenibilità’ spiega Francisco Arzubi, Cfo di Traent.
Diversi i casi di uso già in corso: per la tracciabilità della catena di approvvigionamento, la gestione e l’audit del rischio aziendale; per rapporti ESG e di sostenibilità; nell’ambito di studi clinici e processi complessi; nella digitalizzazione del ciclo di vita delle batterie per auto.

Leggi anche