• 27/05/2022

Touch the Fabric, il progetto per comunicare il distretto tessile pratese e le sue aziende

 Touch the Fabric, il progetto per comunicare il distretto tessile pratese e le sue aziende

Si chiama Touch the Fabric, nome che il consorzio Pratotrade ha introdotto già qualche anno fa per alcune sue iniziative promozionali, ed è un progetto volto a far conoscere meglio il distretto tessile pratese, valorizzandone le caratteristiche salienti e le imprese che lo costituiscono.

Tre sono i canali attraverso i quali, in maniera organica e coordinata, vengono veicolati i contenuti: un sito dedicato, una pagina Instagram concepita come un magazine digitale e una newsletter, il cui primo numero è partito il 2 dicembre scorso andando ad oltre 1000 destinatari. La formazione della mailing list della newsletter con soggetti indicati dalle aziende rappresenta un segnale importante di volontà di condivisione e di cooperazione attiva.

Quattro, invece, i valori individuati come caratterizzanti il distretto tessile pratese e suoi punti di forza strategici: la creatività, intesa come capacità di interpretare le tendenze dispiegando tutte le potenzialità di fibre e processi; le materie impiegate, che si segnalano per qualità e per l’abilità di combinarle in maniere originali e sempre nuove; la filiera, come insieme articolato di competenze uniche sul piano sia tradizionale che innovativo; infine, ma non per importanza, la sostenibilità, che attraversa come un filo rosso tutti gli aspetti dell’attività del distretto, dallo storico riciclo delle fibre alle moderne modalità di gestione dei processi che permettono alle aziende di conseguire le certificazioni richieste dalla sempre più spiccata sensibilità ambientale dei consumatori.

Sono 18 i lanifici soci di Pratotrade ad aver avviato il progetto: BellandiDinamoFurpile IdeaIn.Tes.Pra.Lanificio BisentinoLanificio Faliero Sarti & FigliLanificio FortexLanificio Mario BellucciLanificio RomaLineaesse TessutiManifattura Tessile ToscanaManifattura EmmetexMantecoMarini IndustriePontetortoSMI TessutiTessilgodiTexmoda Tessuti. Questo il primo nucleo di aderenti fra le 34 aziende socie del consorzio, ognuna delle quali potrà entrare a far parte del progetto.

“Con il varo di questi strumenti di comunicazione prende il via il progetto, nel quale le aziende aderenti credono fortemente, nato sotto la presidenza del mio predecessore Maurizio Sarti e con il consiglio confermato anche per questo mandato – commenta il neo presidente del consorzio Pratotrade Giovanni Gramigni -. Touch the Fabric va a colmare un vuoto: quello di un flusso coordinato e regolare di informazioni verso gli interlocutori commerciali del distretto, con una duplice connotazione collettiva e di ogni singola azienda. Il progetto è infatti imperniato sui contributi di testi, foto e video che provengono dalle aziende, ma non è un semplice contenitore bensì una cornice organica in cui le informazioni di tutti acquistano un senso particolare in quanto parte del sistema distrettuale. Da qui l’individuazione, effettuata con la collaborazione di Wem_Park, dei quattro punti di forza strategici che sono allo stesso tempo dell’intero distretto e, declinandoli ognuna a suo modo, delle singole aziende. “

Oltre a Wem_Park, laboratorio universitario per il marketing e le tecnologie IC del PIN di Prato, collaborano a Touch the Fabric A+A Design Studio di Milano, la fotografa Elisabetta Scarpini e Process Factory, la società di consulenza detentrice del marchio 4Sustainability.

Leggi anche