• 02/08/2021

Si apre il sipario per la “nuova” Grotta Giusti

Massimiliano Venturelli, general manager Grotta Giusti

Un imponente piano di ristrutturazione porta Grotta Giusti Thermal Spa Resort nel mondo dei cinque stelle all’insegna di Autograph Collection Hotels, ampio e dinamico portfolio di hotel indipendenti di Marriott International. E a guidare il piano di rinascita arriva Massimiliano Venturelli, nuovo general manager della struttura di Monsummano Terme (Pistoia)

La struttura, di proprietà del gruppo Italian Hospitality Collection, ha riaperto i battenti lo scorso 18 giugno dopo oltre un anno di chiusura (se si eccettua un breve periodo la scorsa estate nda):è di circa 10 milioni di euro l’investimento totale per riportare al suo antico splendore il complesso che ruota attorno a una villa ottocentesca, grazie a un progetto curato dallo studio londinese Richmond International, specializzato nel settore dell’hôtellerie di lusso.

Niente è stato lasciato “indietro”, cancellata la parola “faremo”: ristrutturate le 68 camere, realizzate 3 nuove suite (intitolate ai tre grandi “Giuseppe” che hanno frequentato la villa: Garibaldi, Verdi e Giusti), completamente “rivoluzionata” la spa (con nuove vasche termali), rivisitato il parco storico firmato Pietro Porcinai, rinnovati i bar e i ristoranti che circondano la piscina termale.

Una spa naturale all’interno della grotta termale

«Ora avete capito perché, dopo 25 anni passati all’estero, tra Abu Dhabi, Addis Abeba e Baku, ho deciso che era l’ora di tornare in Italia», dice sorridendo Massimiliano “Max” Venturelli, friulano classe ’71 e con all’attivo anche un Master in Hotel management all’Università di Cornell negli Stati Uniti.

«La proprietà – dice ancora Venturelli – ha avuto il coraggio di investire in un momento quanto meno particolare, dimostrando anche di avere un visione prospettica sul futuro».

E poi c’è quella “ciliegina” chiamata Marriott. «Siamo stati scelti – spiega il general manager – soprattutto per l’unicità della nostra grotta termale, per la sua esclusività non ripetibile altrove. E ora andremo a bussare alle porte di una clientela internazionale, anche se nei primi mesi saranno gli italiani i nostri ospiti più numerosi. Ma il mercato si riassesterà e potremo mostrare anche all’estero (e con alti livelli di standard) le nostre esperienze multisensoriali e il contatto con la natura, dopo mesi di chiusura tra le quattro mura di casa».

Venturelli rivela poi che, da quando ad aprile è uscita la notizia della riapertura del resort, i centralini sono stati presi d’assalto. 

«Molti gli italiani, come detto – spiega il direttore – ma se guardiamo ad agosto o a settembre abbiamo già tante prenotazioni di russi, francesi, tedeschi e inglesi».

«La nomina di Max – commenta Marcello Cicalò, direttore operativo di Italian Hospitality Collection – si inserisce in un momento storico emozionante per il nostro gruppo e coincide con l’ingresso in Marriott del resort. Applicazione degli elevati standard di servizio, attenzione al dettaglio, cura degli ospiti saranno le leve su cui Max si concentrerà per offrire una nuova esperienza di soggiorno nel cuore della Toscana. Con Autograph Collection Hotels avremo inoltre accesso ai canali distributivi internazionali del brand Marriott e questo darà un fortissimo slancio e una forte visibilità a tutta la destinazione, rappresentando un importante volano economico e occupazionale».«Sono entusiasta di contribuire a questo nuovo progetto e far conoscere il nuovo Grotta Giusti Thermal Spa Resort in Italia e nel mondo – conclude Venturelli -. Il resort è un simbolo di ospitalità senza tempo: la sua grotta secolare unita all’incredibile varietà di attività proposte, ai programmi dedicati al benessere e all’esperienza culinaria, fanno di Grotta Giusti una destinazione unica in Europa».


APPROFONDIMENTI

Scopri la nuova Grotta Giusti

David Meccoli

Giornalista - david.meccoli@toscanaeconomy.it