• 17/01/2022

Selezionate le prime 5 startup del progetto PRISMA

 Selezionate le prime 5 startup del progetto PRISMA

Presentazione del progetto PRISMA

Le startup avranno a disposizione gli spazi allestiti al PIN nell’ambito del progetto

Si è svolta presso l’aula magna del PIN – Polo Universitario Città di Prato la presentazione delle prime 5 start up selezionate dal progetto PRISMA (PRato Industrial SMart Accelerator) che avranno a disposizione i locali allestiti dal progetto all’interno del PIN.

Sono intervenuti: Matteo Biffoni, sindaco del Comune di Prato, Daniela Toccafondi,  presidente del PIN, Benedetta Squittieri, assessore all’Innovazione, Smart City e Sviluppo Economico Comune di Prato e Salvatore Amato, presidente StartupItalia.

L’area startup sarà gestita dal partner di progetto StartupItalia, la Tech Media company di riferimento per l’ecosistema dell’innovazione in Italia. Il programma di accelerazione fornirà a queste prime 5 startup supporto mirato, con un percorso personalizzato di miglioramento delle pratiche manageriali, sviluppo commerciale, analisi di nuovi mercati, audit tecnologico, azioni di networking e promozione. I team selezionati lavoreranno strategicamente per aumentare la competitività del comparto tessile e moda basandosi sui fabbisogni emersi in fase di diagnosi dello scenario competitivo delle imprese (AUDIT tecnologico) delineato in fase iniziale del progetto.

«Abbiamo portato a Prato un acceleratore di nuove imprese che le farà crescere e le accompagnerà nel loro percorso di sperimentazione e concretizzazione delle loro idee, applicate e declinate alle necessità del distretto manifatturiero tessile – dice il sindaco Matteo Biffoni – È un passo in avanti importante per tutto il nostro distretto, lavoreremo per cogliere a pieno questa opportunità e per attrarre altre imprese innovative». «Il progetto rientra in pieno nella mission del Pin, Polo Universitario e di ricerca a Prato – aggiunge la presidente del Pin Daniela Toccafondi, – perchè coniuga le imprese e l’innovazione attraverso il sapere e la conoscenza». «È la prima volta che Prato ospita un processo di attrazione e accelerazione di questo tipo -dichiara l’assessore all’Innovazione e Agenda Digitale del Comune di Prato Benedetta Squittieri  siamo davvero soddisfatti dell’esito del bando perchè hanno partecipato nuove imprese da tutta Italia e uno dei nostri obiettivi principali era appunto attrarre nuove aziende e nuove energie che scegliessero Prato per crescere e per investire». «Sono sempre in giro per l’Italia e, a Prato, ho notato un alto livello di innovazione, a differenza di altre città d’Italia spesso blasonate – conclude Salvatore Amato di StartUpItalia – Fare accelerazione e open innovation, integrando le startup nel tessuto territoriale, è la mission che StartupItalia porta avanti con progetto PRISMA».

Si tratta di: IPROD, di Pisa, è specializzata in manufacturing e cloud computing; BINOOCLE, è un’azienda di health/ medical, business, industry 4.0 e manufacturing di Faenza – Ravenna; NEXTOME si occupa di retail, software, architecture & construction a Conversano – Bari; HIMATEX è un’impresa di manufacturing e retail di Firenze e PIKKART è specializzata in software development, manufacturing e retail a Verona.

Negli spazi della prima sede PRISMA presso il PIN – Polo Universitario Città di Prato, dove hanno sede i laboratori di ricerca. 300 mq comprendenti: il l aboratorio Internet of Things, il l aboratorio Intelligenza Artificiale e 5G, il l aboratorio Blockchain e il Laboratorio del CNR-INO. Il progetto si potrà avvalere anche di altre due sedi in corso di allestimento in via Galcianese e in via Pistoiese.

È ancora aperto invece il primo bando per progetti di Ricerca & Sviluppo dedicato alle imprese. Le aziende potranno partecipare fino al 29 ottobre 2021

Per approfondimenti:

Leggi il nostro articolo su Binoocle:

Info sul progetto e i bandi: www.prismaprato.it

CTE PRISMA. Il progetto “Casa delle Tecnologie Emergenti PRISMA (PRato Industrial SMart Accelerator) è finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico per 2.723.000 milioni di euro e prevede un investimento complessivo di 2.929.700 milioni di euro. Il progetto è realizzato dal Comune di Prato come ente capofila, in collaborazione con Pin – Polo Universitario Città di Prato, Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Firenze, Istituto Nazionale di Ottica del CNR, Next Technology Tecnotessile, StartupItalia, Sviluppo Toscana, Estracom che co-finanzierà il progetto realizzando la rete di connessione in fibra ottica che collegherà tutti i partner di progetto.