• 27/05/2022

Regione e Unioncamere Toscana insieme per far crescere le imprese

 Regione e Unioncamere Toscana insieme per far crescere le imprese

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani

Un gioco di squadra di promozione economica, per offrire maggiori opportunità alle imprese toscane: 446mila quelle attive a fine febbraio.

Un’intesa in dieci punti: dall’internazionalizzazione del sistema produttivo, la valorizzazione del made in Tuscany e del marchio “Valore Toscana” alle politiche attive per favorire l’occupazione giovanile, la formazione e l’apprendimento permanente.

Un sostegno coordinato, ognuna con le proprie competenze e specificità, di un tessuto economico regionale che, pur in mezzo a molteplici difficoltà, ha le capacità per crescere e competere su tutti i mercati.

Regione e Unioncamere Toscana hanno siglato un patto di tre anni, una sorta di “alleanza per lo sviluppo”, con l’obiettivo di coordinare le rispettive pianificazioni: dalla promozione appunto dell’internazionalizzazione, innovazione e trasferimento tecnologico delle aziende, al sostegno di startup innovative e imprese che avviano una nuova attività (anche giovanili e femminili), dall’accesso al credito alla finanza agevolata per le piccole e medie imprese.

E poi ancora collaborazione sulla semplificazione delle procedure, la qualificazione delle filiere produttive, le infrastrutture o il monitoraggio dei costi delle materie prime.

Regione e Unioncamere Toscana non sono nuove a intese di queste tipo e il protocollo appena siglato, illustrato dal Presidente della Toscana Eugenio Giani e del Presidente di Unioncamere Massimo Guasconi, si inserisce nel solco di una collaborazione consolidata.

Fare squadra e coordinarsi, per ottimizzare al meglio l’uso di risorse ed esperienze, è da sempre il modo più virtuoso in cui gli enti pubblici possono operare – sottolinea il Presidente della Toscana, Eugenio Giani – Lo diventa ancor di più in una fase come questa di rilancio dell’economia, dopo una crisi alle spalle (quella innescata dalla pandemia) e un’altra in corso (conseguente all’aumento dei costi energetici), con risorse straordinarie adesso a disposizione, ma che non vanno sprecate, e un pacchetto di investimenti e riforme da fare legate al Pnrr”. “Collaboreremo – aggiunge – con l’obiettivo comune di far crescere e diventare ancora più competitive le nostre imprese“.

L’accordo sottoscritto oggi  – dichiara il Presidente di Unioncamere Toscana Massimo Guasconi – punta ad offrire maggiori occasioni di sviluppo alle imprese toscane attraverso un coordinamento operativo delle attività di promozione economica e una puntuale azione informativa sui bandi e le opportunità del Pnrr.  Ringrazio il Presidente Giani per l’attenzione e la disponibilità dimostrata e ringrazio il Sistema camerale toscano per l’impegno. La nostra economia regionale, che conta 446mila imprese e nel 2021 ha visto crescere Pil e export (rispettivamente +6,5% e +16,8%), nonostante le molteplici difficoltà causate prima dalla pandemia e adesso dalla crisi energetica e dalla contrazione delle relazioni commerciali  innescate dalla guerra, è pienamente in grado di crescere e competere su tutti i mercati. La collaborazione tra istituzioni non può che favorire e consolidare questa forza“.

Leggi anche