• 01/03/2024

Qaplà: e-commerce superato il test del post pandemia

 Qaplà: e-commerce superato il test del post pandemia

Roberto Fumarola, fondatore con Luca Cassia, di Qaplà

Il bilancio delle vendite online nel 2022: il report completo

Il 2022 ha rappresentato un importante test di verifica per tanti business online decollati durante la pandemia e le successive restrizioni su spostamenti e aperture dei negozi fisici. L’e-commerce ha dovuto fare i conti non solo con la “nuova normalità”, ma anche con le tante incertezze legate all’aumento dei prezzi delle materie prime, alle difficoltà negli approvvigionamenti e al minor potere d’acquisto dei consumatori. L’azienda toscana Qaplà (che ha sede a San Casciano Val di Pesa) fa un bilancio del 2022, grazie ai dati raccolti sui clienti che tracciano le spedizioni sulla sua piattaforma.

 

Andamento dei settori e-commerce nel 2022

Come anticipato, alcuni settori e-commerce hanno attraversato un boost anomalo negli anni passati, di conseguenza hanno registrato volumi in calo nel 2022, principalmente per la riapertura di molti esercizi commerciali e il ritorno – almeno parziale – alle “vecchie abitudini”. A risentire maggiormente di questo fenomeno sono stati, infatti, gli store online di prodotti alimentari, wine & spirits, che hanno ricominciato a essere consumati in ristoranti, enoteche e negozi tipici. Ma ci sono anche dei settori che hanno continuato la loro ascesa, seppure a percentuali più basse, ma comunque significative. «Il bilancio – scrive in una nota Qaplà – è nel complesso positivo e induce il settore verso buone aspettative per gli anni a seguire, nonostante il contesto attuale. Il nostro report si basa sulle spedizioni di uno stesso campione di aziende e-commerce europee e mostra una crescita generale del 6% di tutto il comparto nel 2022 rispetto al 2021».

Di seguito le performance delle varie industry:

Fashion: +3,1%

Farmacia: +33,3%

Wine & Beverage: -23,5%

Food: -32,3%

Beauty: +26,3%

Pet: +34,8%

Elettronica: -14,1%

Jewelry: -3,5%

toscana economy - Qaplà

 

Come è cambiato lo scontrino medio nell’e-commerce

Nel 2022 abbiamo conosciuto un’inflazione con tassi da record, a cui non eravamo più abituati da anni: più dell’8% in Italia, secondo l’Istat (si pensi che nel 2021 era all’1,9%). «La ripartenza della domanda mondiale post-pandemia – afferma Qaplà – si era già scontrata con un rallentamento nella supply chain (si pensi alle carenze di container o ai congestionamenti di hub portuali) e un balzo nei prezzi delle materie prime; a questo si è aggiunto lo scoppio della guerra in Ucraina e la conseguente impennata nei costi dell’energia, ovvero la tempesta perfetta a livello economico, oltre che umano». Quali conseguenze ha avuto tutto questo sui prezzi dell’e-commerce e sulla propensione all’acquisto dell’e-shopper? Nel report Qaplà (prezzi in euro) possiamo osservare quanto ha speso in media il consumatore (il cosiddetto “scontrino medio”). Ecco il confronto tra 2021 e 2022, generale e per settore:

toscana economy - Qaplà

Come si vede dal grafico, le grosse differenze si sono osservate negli store di gioielli e beni di lusso e in quelli di elettronica (dove i prezzi sono saliti per l’aumento del costo dei componenti o la scarsità di alcuni articoli). In generale, l’aumento del valore medio dell’ordine è stato di quasi 8 euro, il +7,4%, quindi in linea con il tasso d’inflazione. Non sembra più corrispondere al vero, quindi (in linea di massima), che il risparmio è una delle spinte maggiori verso l’acquisto online.

toscana economy - Qaplà

 

Performance dei corrieri nel 2022

L’anno passato sarà ricordato come particolarmente difficile per il settore dei trasporti, con blocchi soprattutto portuali, grandi ritardi, mancanza di autisti e aumento dei costi dei carburanti. Vediamo nel report 2022 di Qaplà come hanno performato i corrieri espressi, ovvero i vettori che trasportano la merce dai magazzini degli e-commerce al cliente finale. Si consideri che nel campione qui studiato sono misurati solo i corrieri degli store che utilizzano Qaplà per monitorare e gestire le spedizioni.

toscana economy - Qaplà

 

«Da un lato – spiega Qaplà (https://www.qapla.it)/ – l’incidenza dei problemi nelle spedizioni (spedizioni rientrate, ritardi, tentativi di consegna falliti) è aumentata dal 2% del 2021 al 2,3% del 2022, ma si è ridotta per il cliente l’attesa media della consegna, dai 2,2 giorni del 2021 ai 1,9 giorni del 2022. Niente male, dunque, per un anno di forti pressioni, a monte nella catena logistica».

Ordini online e Paesi esteri

L’e-commerce è potenzialmente una porta verso tutto il mondo. Ma quanto è davvero “sfruttato”? Un’ulteriore analisi del report si concentra sull’andamento degli acquisti cross-border nel 2022 rispetto all’anno precedente, ovvero quanto sono variati i numeri degli ordini provenienti dai principali Paesi esteri. In questo caso, Qaplà ha analizzato un campione di aziende e-commerce italiane: il risultato è un indicatore del buono stato del nostro export, in ambito retail online.

David Meccoli

Giornalista tradizionale e digitale, esperto in relazioni pubbliche e comunicazione d'impresa

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche