• 26/05/2022

Prisma apre la sua seconda sede con spazio dimostrativo e area coworking

 Prisma apre la sua seconda sede con spazio dimostrativo e area coworking

È stata presentata la seconda delle tre sedi di PRISMA – PRato Industrial SMart Accelerator, la Casa delle Tecnologie emergenti: oltre 300 mq completamente rinnovati, accanto all’hub vaccinale Pegaso 2, con sede direzionale, spazio per eventi e seminari da 80 posti con dotazioni di ultima generazione – come videowall, touchscreen da 86 pollici, tavolo interattivo e realtà virtuale a disposizione delle imprese che ne faranno richiesta – e un grande spazio coworking dove non manca niente, neanche la macchinetta per il caffè.

Qui avranno la propria sede pratese chiavi in mano già a partire da domani e per i prossimi 6 mesi le tre imprese start up selezionate dal bando pubblicato nel febbraio scorso: Awhy di Prato , Dresso di Arezzo ed Hegoplan di Firenze.

Alla presentazione degli spazi hanno partecipato stamattina il sindaco Matteo Biffoni, l’assessore all’Innovazione e Attività Produttive Benedetta Squittieri, l’assessore ai Sistemi Informativi ed e-government della Regione Toscana Stefano Ciuoffo, il presidente di StartupItalia Salvatore Amato e Andrea Falchini, direttore di Next Technology Tecnotessile, società che gestirà lo spazio dimostrativo e le tecnologie a disposizione delle aziende. Tanti gli operatori del settore presenti e i partner di progetto (tra cui Estracom, CNR-INO, Next Tecnology Tecnotessile società nazionale di ricerca, Università di Firenze, StartupItalia, SviluppoToscana spa, Polo Universitario Città di Prato), invitati anche nel pomeriggio a partire dalle 15 per il matchmaking tra startup e imprese del distretto tessile.

L’area direzionale di Prisma di via Galcianese apre a pochi mesi dall’inaugurazione della prima sede del progetto al Pin Polo Universitario Città di Prato (27 novembre 2021), che ospita i laboratori di ricerca per la formazione e i progetti di ricerca e sviluppo su tecnologie emergenti e 5G.

Il prossimo step, come ha detto l’assessore Squittieri, sarà l’apertura delle terza sede in via Pistoiese 158, presso la Medialibrary in costruzione nell’ambito del Piano di Rigenerazione Urbana avviato dal Comune di Prato in collaborazione con la Regione Toscana: “Il progetto Prisma fornisce importanti strumenti tecnologici al nostro settore produttivo più tradizionale, il tessile, ma non solo – afferma il sindaco Matteo Biffoni – Ci sarà anche molto altro, a disposizione dei giovani e degli imprenditori pratesi che qui potranno essere accompagnati nel percorso da professionisti che sostengono e aiutano queste start up attraverso strumentazioni tecnologiche di ultima generazione. E’ davvero la casa di chi innova a tanti settori e al mondo del tessile: chi decide di investire sul futuro e sulle proprie idee troverà qui un posto dove svilupparle con supporto tecnologico e umano”.

“Qui in via Galcianese ci saranno degli spazi a servizio delle imprese, come la sala dimostrativa per gli incontri tra i partner del progetto e non solo, che potrà ospitare appuntamenti e workshop, e l’area coworking per le startup che si insedieranno qui oggi- spiega l’assessore Benedetta Squittieri – Le tre imprese selezionate con bando operano nel campo dell’intelligenza artificiale, blockchain e internet delle cose.

Lavoreranno insieme alle imprese del distretto industriale per applicare le nuove tecnologie ai sistemi produttivi”. L’assessore regionale Stefano Ciuoffo ha esordito portando i saluti e i ringraziamenti del presidente della Giunta Regionale Eugenio Giani e dell’assessore alla promozione del sistema produttivo e imprenditoria giovanile Leonardo Marras, impossibilitati ad intervenire per impegni precedenti: “Esprimiamo grande soddisfazione per il raggiungimento di obiettivi concreti e la capacità dimostrata di saper attuare la progettualità a sostegno del distretto tessile, esplorando le opportunità offerte dall’innovazione digitale e la tecnologia, e anche la valorizzazione delle start up che contribuiranno a rendere le nostre imprese più competitive sul mercato”.

“Questo progetto nasce in cooperazione concreta con l’assessorato del Comune di Prato per creare valore – aggiunge Salvatore Amato, presidente di StartupItalia – Non è frequente vedere un impiego delle nostre risorse nello sviluppo economico, così come non è comune fare innovazione con le PMI. PRISMA, in questo bel luogo, mette in contatto un territorio di PMI con le startup, dando un importante segnale. In questo primo anno di progetto PRISMA, abbiamo identificato 7 startup, su circa 40 imprese, rappresentative del lavoro che volevamo fare. Qua si creerà lavoro, si assumeranno nuove figure professionali, e si metterà a disposizione la propria presenza sul territorio, in un clima di contaminazione e interazione anche fisica”.

“Questo spazio mette a disposizione di ricercatori, startup ed imprese un ambiente dimostrativo delle tecnologie abilitanti 4.0: visori 3D, realtà virtuale, monitor touch screen, spazi per seminari e conferenze e 5G – commenta Andrea Falchini, direttore di Next Tecnology Tecnotessile – L’importanza di questo spazio e del progetto però, per un settore maturo come il tessile, non è solo e non è tanto per l’utilizzo della tecnologia in sé, quanto piuttosto per immaginare insieme i nuovi modelli di business che le nuove tecnologie sono capaci di abilitare ed andare verso il modello di Industria 5.0 che, dopo aver fatto entrare le tecnologie abilitanti 4.0, si pone l’obiettivo della sostenibilità e della circolarità”. 

La sede PRISMA di via Galcianese ospita la sede direzionale, lo spazio dimostrativo, che ospiterà gli eventi pubblici della Casa delle Tecnologie Emergenti – e lo spazio coworking.

Lo spazio coworking

In questo spazio la CTE mette a disposizione delle startup innovative ambienti open space attrezzati con postazioni di lavoro fornite di connessione in banda larga.

Le start-up che si potranno candidare ad occupare gli spazi attraverso i prossimi bandi che saranno pubblicati da Prisma sono quelle che operano nei settori dell’Internet of Things, Intelligenza Artificiale, Blockchain e 5G applicate al settore tessile-moda (T&M) e al Made in Italy.

La sala di coworking, con superficie complessiva di mq 132, è dotata di 3 tavoli con 6 sedute ciascuno e tre ambienti separati da scaffali divisori, librerie zona relax con poltroncine, distributore di acqua e macchina da caffè.

L’orario degli spazi è dal lunedì al venerdì 9 -18 con possibile estensione e modifica (anche in termini di utilizzo durante il fine settimana) da concordare col Comune, sulla base delle proprie esigenze operative.

Le postazioni sono assegnate tramite manifestazione di interesse pubblica con cadenza annuale.

Lo spazio dimostrativo

Uno spazio dedicato alla divulgazione delle tecnologie, la dimostrazione delle soluzioni sviluppate e la presentazione dei risultati ottenuti dalla CTE verso le imprese e il territorio.

Caratterizzato da 200 mq di spazio destinati a eventi, workshop, seminari, formazione e interazione con le imprese del distretto T&M, lo spazio comprende lo Spazio per eventi da 80 posti, maxischermo parietale costituito da quattro schermi led 55” per la riproduzione in continuo di contenuti multimediali durante lo svolgimento di eventi, touch screen per video conferenza costituito da monitor 86” di tipo touch, architettura video, microfoni wireless, telecamere motorizzate e impianto audio per lo svolgimento di videoconferenze e formazione con partecipazione attiva della platea, tavolo interattivo: monitor touch 65”, risoluzione 4K, montato in posizione orizzontale su carrello mobile per fiere virtuali e contenuti interattivi, realtà virtuale con sistema immersivo dotato di visore, controller e cuffie per esperienze di realtà aumentata o virtuale, per formazione e simulazione (per esempio interventi di manutenzione).

Coloro che sono interessati a organizzare nello spazio dimostrativo PRISMA un evento inerente i temi delle nuove tecnologie abilitanti possono presentare domanda alla segreteria di PRISMA inviando una e-mail all’indirizzo prisma@comune.prato.it.

Le imprese che vogliono scoprire le nuove tecnologie abilitanti e applicarle al proprio settore possono contattare direttamente il partner di progetto Next Technology Tecnotessile alla mail: maurizio.poggiali@tecnotex.it.

Gli eventi dello spazio dimostrativo sono organizzati in un calendario predisposto dall’ufficio progettazioni ed economia circolare e coordinato operativamente dal partner di progetto Next Technology Tecnotessile.

Estracom fornisce connettività in fibra ottica e servizi a valore aggiunto ( Fiber to the Home – FTTH, Intranet, sistemi di videoconferenza e sistema cloud) ai nodi della rete PRISMA oltre che alle sedi dei laboratori dei partner PRISMA sul territorio, per un’operatività garantita anche in remoto.

Le 3 startup della sede di via Galcianese

Awhy ha realizzato una piattaforma di customer care basato sull’intelligenza artificiale (NLP), la missione è quella di automatizzare i processi più ripetitivi e con poco valore all’interno dell’azienda.

Dresso ha sviluppato un’app con l’obiettivo di rendere consapevoli le persone nell’acquisto dei propri capi d’abbigliamento, attraverso lo sviluppo di un social network tramite il quale gli utenti possono condividere i propri outfit e possono ricevere offerte per i prodotti contenuti nel proprio guardaroba.

Hegoplan ha messo a punto una piattaforma tecnologica Fashiontech interconnessa con tutta la filiera della supply chain del mercato fashionlifestyle b2b2c2c, inerente alla scansione antropometrica per la rilevazione delle misure corporee del cilente consumatore finale con attribuzione di avatar fruibili su proprio profilo extranet dedicato, al fine di facilitare la produzione e gli acquisti phidigital di prodotti e/o servizi come engagment con i brand attraverso il virtual showroom cosi risolvendo il problema dei resi merce per taglia errata.

Leggi anche