• 04/10/2022

PISA: Carriere Femminili e Accesso alla Giustizia

 PISA: Carriere Femminili e Accesso alla Giustizia

Due giorni di convegno in Gipsoteca e Sapienza

Tra gli ospiti Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento europeo, Raffaele Sabato, giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo, Valeria Valente, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio

Una due giorni di convegno per discutere delle carriere femminili e dei diritti delle donne nell’accesso alla giustizia, con ospiti di grande rilievo istituzionale tra cui Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento europeo, Raffaele Sabato, giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo, Valeria Valente, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio. Con il titolo “Access to Justice: A Gender Perspective”, si terrà a Pisa il 23 e 24 settembre il convegno conclusivo del modulo Jean Monnet “European Law and Gender”, ELaN, un progetto coordinato negli ultimi tre anni dalla professoressa Elettra Stradella, docente di diritto comparato del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa.

La ricchezza dei risultati raggiunti dal progetto, ha condotto la coordinatrice a proporre una Cattedra Jean Monnet, finalizzata a far crescere la didattica, la formazione e la ricerca nell’Università di Pisa sui diritti delle donne e l’eguaglianza di genere, ed è così risultata vincitrice di un finanziamento triennale (2022/2025) per EUWONDER, che partirà nelle settimane immediatamente successive alla conferenza, e contribuirà peraltro all’implementazione nell’Ateneo  pisano di alcune delle misure previste dal Gender Equality Plan.

Il tema della conferenza, Access to Justice: A Gender Perspective, si svilupperà in una prima giornata di lavori dedicata a quattro profili individuati come centrali: il rapporto tra multiculturalismo e diritti delle donne nell’accesso alla giustizia, i percorsi di autodeterminazione di genere e di superamento del binarismo di genere  e l’accesso alla giustizia, le problematiche relative all’accesso alla giustizia nei fenomeni di violenza di genere, il rilievo del genere nelle relazioni familiari e il suo impatto nell’accesso alla giustizia.

Il secondo giorno, dopo i saluti del rettore Paolo Mancarella, si terrà una tavola rotonda di carattere istituzionale che vedrà la partecipazione di Simona Lanzoni, vicepresidente del GREVIO, Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento europeo, Raffaele Sabato, giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo, e Valeria Valente, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere.

I lavori potranno essere seguiti in presenza (nella Gipsoteca di Arte antica il 23 settembre e nell’aula magna nuova della Sapienza il 24 settembre), oppure da remoto attraverso i link indicati pubblicati sul sito.

Il progetto ELaN è stato realizzato attraverso attività didattiche rivolte agli studenti dei corsi di laurea in Giurisprudenza e Scienze per la pace, un workshop internazionale animato da giovani ricercatori e ricercatrici di numerosi Paesi europei, una conferenza italo-turca nel decennale della Convenzione di Istanbul sulla violenza domestica e la violenza contro le donne, pubblicazioni scientifiche (tra cui il volume edito dalla Pisa University Press “Gender Based Approaches to the Law and Juris Dictio in Europe”), la pubblicazione del primo manuale in Italia di Diritto e genere nella prospettiva europea (Editoriale Scientifica, 2021), moot court con la partecipazione di professionisti/e e magistrati/e, corsi di formazione per avvocati/e che hanno visto la partecipazione di centinaia di persone provenienti da tutta l’Italia. Il progetto, attraversato dalla pandemia di Covid-19, ha inoltre promosso una riflessione attenta e interdisciplinare sulle sue conseguenze “di genere”, attivando, proprio nel 2020, un blog, sul sito https://elan.jus.unipi.it.

Leggi anche