• 05/12/2021

Nuova acquisizione per la società L’Elettrica

 Nuova acquisizione per la società L’Elettrica

La società empolese si accende in Umbria e Lazio

Un nuovo tris di punti vendita è il risultato di un accordo, operativo da febbraio 2021, che porta L’Elettrica Spa a sviluppare il business seguendo programmi di acquisizione già delineati prima del Covid e puntualmente rispettati. Per il suo 35esimo anno la società toscana di distribuzione di materiali elettrici e illuminazione ‘si regala’ Umbria e Lazio, con la totalità della Ceal srl, azienda attiva nel settore materiali elettrici con gli store di Foligno, Terni e Viterbo. Fondata a Empoli nel 1986 dalla famiglia Criachi, L’Elettrica Spa è una realtà solida nell’elettrocommercio con un fatturato di oltre 48 milioni di euro (+12,6%) nell’anno 2019, 15 punti vendita e 140 tra dipendenti, rappresentanti e collaboratori ed è l’unica società toscana nel campo ancora in mano alla famiglia che l’ha fondata: Giuseppe, Franca e i figli Alessandro e Andrea. I numeri confermano il progresso dell’azienda che, nonostante l’emergenza Covid 19 dell’anno ‘impensabile’ 2020, rilancia e con l’acquisizione Ceal (fatturato 2019 di 3 milioni e mezzo) e il personale dei 3 negozi (20 persone), inserisce al proprio fianco la famiglia Ansideri, già proprietaria di Ceal, per dare continuità e proseguire insieme il lavoro. «L’accordo di oggi è una tappa importante nel nostro processo di crescita -così Alessandro Criachi, Ceo de L’Elettrica Spa- L’immissione di nuove energie all’interno del team L’Elettrica ci permette di potenziare e raggiungere con i nostri servizi territori chiave del settore di nostro interesse. Non solo espansione sul territorio italiano, lo sviluppo della società è accelerato anche dall’ampliamento della logistica interna che ha portato, da novembre scorso, a dare avvio agli Hub di Empoli e Pescia per ottimizzare la gestione e la distribuzione delle spedizioni per l’intera organizzazione aziendale. L’Elettrica spa è un’azienda dinamica, in costante innovazione. Abbiamo raggiunto oggi quota 18: la maturità. Questi sono i nostri 35 anni, una buona partenza».

Fonte: Ufficio Stampa