• 27/05/2022

Missione a Expo 2020 Dubai: le aziende di Confindustria Toscana Nord che hanno partecipato

 Missione a Expo 2020 Dubai: le aziende di Confindustria Toscana Nord che hanno partecipato

Fra le 20 aziende che hanno partecipato alla missione confindustriale toscana a Expo 2020 Dubai le associate di Confindustria Toscana Nord sono state 4. Si tratta delle pistoiesi FassMoma Concept e Rinati (quest’ultima non ha potuto prendere parte materialmente alla missione ma ha aderito all’iniziativa e recupererà i contatti online a breve) e della pratese Lyria.

Aziende di settori diversi – rispettivamente, prodotti per la casa e le pulizie domestiche; maglieria; dolciario; tessile – che hanno voluto inserirsi in un evento di grande rilevanza internazionale e scoprire un territorio con potenzialità interessanti sia come mercato diretto e “ponte” verso altri paesi, sia come sede di possibili partenariati produttivi e commerciali.

La missione si è svolta in concomitanza con l’ultima settimana dell’expo, che si è chiuso il 31 marzo. A organizzare la missione Confindustria Toscana con il supporto di Confindustria Toscana Servizi e in collaborazione con la Regione Toscana, in particolare con l’assessorato all’Economia.

Alle imprese partecipanti è stata offerta la possibilità di entrare in contatto con istituzioni e imprese e di partecipare a matchmaking con interlocutori mirati, oltre che di presenziare al convegno “Tuscany, Neverending Renaissance” organizzato dalla Regione al Padiglione Italia di Expo in occasione del Regional Day della Toscana. La partecipazione a Expo Dubai era per le imprese toscane particolarmente stimolante dato che un quarto dell’export italiano verso gli Emirati Arabi proviene dalla nostra regione.

Matteo Niccolai di Fass, azienda di Larciano: “Si è trattato di un’esperienza positiva che valeva la pena compiere anche solo per l’ottimo clima che si è stabilito fra noi imprenditori toscani. Ma naturalmente anche l’evento in sé ha fornito informazioni e stimoli interessanti, presentando le opportunità di nazioni che alla maggior parte delle imprese non sono sufficientemente note nelle loro potenzialità. E’ stato un primo contatto utile dal punto di vista conoscitivo.”

Cristina Catani di Lyria, azienda di Montemurlo: “Un’iniziativa non solo da promuovere ma da ripetere anche per altri mercati: l’auspicio è che istituzioni toscane e mondo confindustriale procedano in questa direzione. La missione ha consentito una prima presa di contatto con una realtà promettente come mercato con alta capacità di spesa. Siamo fiduciosi che a questo primo approccio positivo possano far seguito sviluppi interessanti sul piano commerciale sia per Dubai che per gli altri paesi del Golfo.”

Massimo Bruni di Moma Concept, azienda di Pistoia: “Ho trovato estremamente stimolante quello che ci è stato rappresentato rispetto alle potenzialità sia di Dubai sia, in termini parzialmente differenti, di Abu Dhabi e degli altri emirati. E’ un mondo da scoprire, con facilitazioni per il business che vale la pena approfondire. Investire in quel contesto potrebbe rivelarsi una mossa vincente per una singola impresa ma anche per una cordata di imprese. Un’esperienza di cui far tesoro.”

Leggi anche