• 05/12/2021

Maurizio Bigazzi è il nuovo presidente di Confindustria Toscana

 Maurizio Bigazzi è il nuovo presidente di Confindustria Toscana

Maurizio Bigazzi è stato eletto dal Consiglio di presidenza di Confindustria Toscana, all’unanimità. Resterà in carica per il quadriennio 2021-2025. Bigazzi, che è anche presidente di Confindustria Firenze – ha presentato, insieme a tutto il Consiglio di presidenza, il programma di lavoro, «perché vogliamo comunicare l’unità di vedute e di intenti che sta alla base di questa elezione. Un’unità sostanziale e non formale».

«Da oggi la voce di Confindustria Toscana non è quella di una sola persona, ma di una squadra, di un sistema coeso. Il momento è eccezionale. E noi abbiamo voluto rispondere nell’unico modo possibile: condividendo scelte, indirizzi e responsabilità. Oggi si deve lavorare con assoluta coerenza strategica e con azioni coordinate; lasciando indietro paletti, confini e gonfaloni, sia dentro Confindustria, sia fuori da Confindustria; fra noi, le istituzioni e le altre forze sociali», ha spiegato il presidente di Confindustria Toscana, che poi ha illustrato il programma di presidenza. Sette le proposte individuate «da mettere in cantiere subito».

«Sono proposte concrete e di rapida attuazione – ha sottolineato Bigazzi – che costituiscono l’ossatura di un nuovo Patto per lo sviluppo e la crescita della Toscana, che proponiamo alla Regione e a tutti i protagonisti dello sviluppo del territorio. E di cui sottolineiamo l’urgenza».

Nello specifico le sette proposte prevedono: istituire una cabina di regia tra Regione, Enti Locali, parti sociali ed economiche sull’attuazione del PNRR in Toscana; completare rapidamente gli strumenti per la nuova programmazione dei fondi strutturali 2021-2027; recuperare risorse regionali per anticipare alcune misure della programmazione dei fondi comunitari; avviare un progetto di riorganizzazione della normativa regionale che disciplini l’attività delle imprese, partendo dalla riforma della legislazione in materia di incentivi; lavorare ad un piano regionale per l’economia circolare e la gestione dei rifiuti, promuovendo la realizzazione degli impianti necessari e tecnologicamente appropriati; rifare la legislazione urbanistica regionale, che ha denotato molte criticità fin dall’inizio, tanto da comportare la necessità di intervenire con ben 19 modifiche nel tempo; la sicurezza sul lavoro deve diventare l’obbiettivo principale di imprese, parti sociali e Regione, con la messa a disposizione di strumenti che favoriscano la diffusione della cultura della sicurezza e l’adozione in azienda di misure tecniche e organizzative di prevenzione.

Oltre a Bigazzi, completano il consiglio il presidente di Confindustria Toscana Nord Daniele Matteini; al presidente di Confindustria Toscana Sud Fabrizio Bernini, il presidente di Livorno Massa Carrara Piero Neri; alla presidente dell’Unione Industriale Pisana Alma Patrizia Pacini; al presidente di Ance Toscana Stefano Frangerini; al presidente della Piccola Industria Toscana Stefano Gabbrielli e al presidente dei Giovani Imprenditori della Toscana Stefano Luccisano,