• 20/06/2024

Imprese culturali e creative in Toscana

 Imprese culturali e creative in Toscana

Come finanziare e far crescere le imprese culturali e creative in Toscana? Euradia Italia presenta l’incontro per scoprire tutte le opportunità

Nel quadro delle attività del progetto Erasmus+ Pro-CCS, la società specializzata in gestione e realizzazione di progetti europei promuove l’evento dedicato all’incontro tra start up del settore culturale e creativo e operatori finanziari in Toscana: farà il punto sul finanziamento che enti pubblici e privati mettono a disposizione per le realtà del territorio, con un focus particolare sul microcredito.

Alla conferenza potranno partecipare tutti gli aspiranti imprenditori culturali interessati.
Spazio poi al pitch lab con le prime 16 idee di business iscritte entro il 20 ottobre, tra le quali saranno scelti i 5 progetti più meritevoli, che beneficeranno di un percorso completo di consulenza gratuita.

Dall’idea alla pratica: il progetto dei sogni può diventare realtà, anche nel mondo della cultura. Come sviluppare la propria startup culturale, con quali opportunità di finanziamento? Cos’è e come si accede al “microcredito”? Quali passi seguire per iniziare un lavoro sostenibile nell’ambito della cultura?

Sono queste alcune delle domande a cui risponderà l’evento promosso da Euradia Italia in collaborazione con ARCI Toscana che si terrà venerdì 27 ottobre, a partire dalle 9.30, presso la sede del Comitato Regionale ARCI (in piazza dei Ciompi, 11) a Firenze, nell’ambito del progetto Pro-CCS (Promoting entrepreneurship and access to finance in the Cultural and Creative Sector), cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea.

L’incontro è aperto a tutti coloro che vogliono cimentarsi nell’impresa culturale, o che hanno un’attività aperta e aspirano a dare sostenibilità e lunga durata al progetto. La conferenza sarà l’occasione per conoscere le opportunità di finanziamento a livello locale, nazionale ed europeo, in particolare per saperne di più dell’accesso al microcredito. Alla sezione di workshop e pitch lab, parteciperanno invece 16 potenziali startup del settore culturale (CSS), le prime ad essersi iscritte entro il 20 ottobre (le iscrizioni sono aperte, con il bando online e un form da compilare), che incontreranno gli operatori finanziari sul territorio toscano.

I partecipanti potranno esporre le loro idee di business durante sessioni di valutazione singole con i tutor dell’Ente Nazionale del Microcredito, guida del progetto Pro-CCS, che poi sceglieranno le 5 idee più meritevoli – per coerenza, innovazione, sostenibilità finanziaria, team del progetto e capacità di networking. I selezionati beneficeranno così di un percorso completo di consulenza gratuita, finalizzato alla richiesta di un prestito tramite il sistema del microcredito.

L’evento sarà quindi l’occasione per fare il punto sulle diverse opportunità di finanziamento che enti pubblici e privati a livello regionale ed europeo mettono a disposizione delle start up culturali e creative del territorio, realtà di grande prospettiva e vivacità nel territorio toscano. I settori culturali e creativi (CCS) sono tra i più dinamici dell’Unione europea e dell’economia globale, con un notevole valore economico: costituiscono il 4,2% del prodotto interno lordo (PIL) dell’Unione Europea e creano 7,4 milioni di posti di lavoro, impiegando principalmente giovani.

Un focus particolare sarà fatto sul microcredito, dispositivo ancora poco conosciuto ed utilizzato dal settore, che il progetto Erasmus+ Pro-CCS ha indagato a livello europeo. Tutto il progetto è guidato dall’Ente Nazionale per il Microcredito, consorzio composto da 5 organizzazioni provenienti da 4 paesi diversi.

È caratterizzato da una natura altamente trasversale, coinvolgendo diverse tipologie di organizzazioni che coprono l’intera gamma delle attività previste dal progetto: un ente pubblico nazionale (ENM, Italia) esperto nell’implementazione di politiche e strumenti di microfinanza a livello europeo e nazionale; un centro di innovazione e business (InnoGrowth, Bulgaria); un incubatore di imprese parte di una rete mondiale (Impact Hub Leipzig, Germania).

Una rete culturale europea a supporto del CCS a livello comunitario (Culture Action Europe, Belgio) e, appunto, Euradia Italia, società europea di consulenza con 20 anni di esperienza nella direzione, gestione e realizzazione di progetti europei, specializzata in relazioni istituzionali, project management e comunicazione.

Come finanziare e far crescere le imprese culturali e creative in Toscana

Bando ufficiale

Leggi altre opportunità di business

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche