• 18/08/2022

Geal soluzioni chimiche a basso impatto ambientale

 Geal soluzioni chimiche a basso impatto ambientale

Lorenzo Giusti, titolare e Ceo di Geal

Nel 1979 ad Agliana, cittadina toscana in provincia di Pistoia, dalla volontà di un giovane laureato in chimica, Eugenio Giusti, nasce la Geal, industria chimica per la produzione di preparati per il trattamento dei materiali lapidei. Dopo un’esperienza  nel tessile, Giusti  si avvicina al mondo della cura e della manutenzione dei pavimenti diventando responsabile del reparto chimico della Mira Lanza, storico marchio italiano di detersivi. Ecco il racconto di Lorenzo, figlio di Eugenio, dal 2011 alla guida dell’azienda di famiglia

«A un certo punto lascia un lavoro sicuro e insieme a tre amici fonda la Geal che inizialmente trovò il naturale sbocco nel settore del cotto fiorentino, per poi crescere ampliando la produzione ai prodotti dedicati a tutti gli altri materiali da pavimento e rivestimento». Comincia così il racconto di Lorenzo, con suo padre che iniziò nel garage della casa di famiglia, uno stanzone di 250 metri quadri, per passare, nel 1987, ai 2.500 metri quadri di quello che oggi è lo stabilimento della Bel Chimica

Nel 2011, infatti, Geal diventa il marchio che identifica tutti i prodotti della Bel Chimica, azienda che produce e commercializza, in Italia e all’estero, sia a marchio proprio che per conto terzi, prodotti chimici per la pulizia, il trattamento, il recupero e la conservazione di tutti i materiali per l’edilizia (legno, pietra, cotto, gres porcellanato, per citarne alcuni) ma anche per il tessile, l’arredamento, il settore automotive e farmaceutico.

TOSCANA ECONOMY Geal soluzioni chimiche a basso impatto ambientale
Prodotti chimici per il trattamento di materiali edili – © Foto: Esther May

«Trentacinque anni di crescita con una grande delusione che è stata superata ma non dimenticata – sottolinea Lorenzo – Siamo all’inizio del 2000 e l’azienda stava andando bene: avevamo il prodotto e i clienti. Dall’oggi al domandi il responsabile del laboratorio, il suo braccio destro e il 30% della forza vendita si licenziano e fondando subito dopo un’azienda concorrente. Usando le nostre formule alla fine vendevano i nostri prodotti ai nostri clienti a prezzi ridotti». Inizia un processo penale per concorrenza sleale che durerà otto anni, costato migliaia di euro, che alla fine dà ragione a Geal. Una magra consolazione dal momento che in 6 anni hanno perso qualcosa come 3 milioni di fatturato. 

Fortunatamente firmano un’importante partnership con una multinazionale statunitense, la Ecolab, per fornire loro una linea di prodotti per la pietra. 

«Ci facevano ordini importanti. Poi, un giorno, siamo nel 2005, ci chiedono se gli vendevamo le formule. Una multinazionale che allora fatturava 4,2 miliardi di dollari che ha bisogno dell’aiuto di una piccola realtà toscana? La cosa divertente è che quelle formule per noi erano già datate. Comunque è stata un’iniezione di liquidità».

Per la produzione dei preparati chimici utilizzano materie prime naturali ma anche tradizionali e sintetizzate, ma tutte a basso impatto ambientale riducendo così al minimo il rischio per l’utilizzatore finale. 

«La chimica è trasversale e il nostro laboratorio è in grado di fornire le soluzioni che ci chiede il cliente – prosegue Lorenzo – Soluzioni personalizzate e di alta qualità che in un mondo sempre più standardizzato, con una qualità di prodotti sempre più bassa, fanno la differenza. Qualche tempo fa ci ha telefonato la società proprietaria di Gardaland pregandoci di trovare un prodotto che staccasse i chewing gum dai pavimenti. Si parla di circa 60 mila quadri di superficie. È stata una bella sfida che abbiamo vinto».

Un anno fa è arrivata la pandemia. Pulire e sanificare sono diventate le parole comuni. Per la Bel Chimica un’occasione di lavoro. 

«Tutto d’un tratto i nostri clienti iniziano a chiederci insieme ai prodotti tradizionali quelli per la sanificazione. Sono stati mesi d’intenso lavoro. Certo era come chiedere ad uno chef stellato di preparare delle penne in bianco ed infatti il problema principale è stato trovare il packaging, che scarseggiava a causa delle enormi richieste da tutto il mondo. Comunque abbiamo fatto il nostro dovere e oggi abbiamo una linea dedicata all’igiene». Con oltre 80 prodotti a listino e oltre 200 formule testate, un laboratorio sempre aperto e pronto a raccogliere nuove sfide la Bel Chimica è una realtà della nostra provincia conosciuta in Italia e all’estero.

TOSCANA ECONOMY Geal soluzioni chimiche a basso impatto ambientale
Il laboratorio della Bel Chimica – © Foto: Esther May


APPROFONDIMENTI

www.geal-chim.it

Daniele Rovai

Giornalista - daniele.rovai@toscanaeconomy.it

Leggi anche