• 01/03/2024

Ex Bekaert, reindustrializzazione con Ge-Group

 Ex Bekaert, reindustrializzazione con Ge-Group

Ex Bekaert, Giani incontra Ge-Group: “Passo concreto e serio verso la reindustrializzazione”. Firmato protocollo per lo sviluppo e l’occupazione del Valdarno

A Palazzo Strozzi Sacrati, a Firenze, il presidente Giani e i firmatari del Protocollo per lo sviluppo e l’occupazione del Valdarno hanno incontrato Federico Parma, rappresentante della Ge-Group, azienda del campo delle energie rinnovabili, che assieme ad altre imprese e soci privati ha avanzato un progetto per la riconversione del sito ex Bekaert di Figline e Incisa Valdarno.

Nel corso dell’incontro – coordinato dal consigliere del presidente per le crisi aziendali Valerio Fabiani e dal direttore della direzione regionale per la competitività territoriale Paolo Tedeschi, alla presenza tecnici  di Arti e dell’Unità di crisi regionale – Parma ha illustrato la prime linee di indirizzo del progetto di rilancio industriale, teso alla realizzazione di un innovativo polo energetico circolare agroalimentare, totalmente autosufficiente.

“Abbiamo compiuto un nuovo passo concreto e serio verso la reindustrializzazione” ha commentato Giani, esprimendo soddisfazione e sottolineando il giudizio positivo mostrato da parte di istituzioni e parti sociali coinvolte nella vicenda. “La Regione – ha aggiunto Giani – continuerà a seguire con attenzione gli sviluppi del progetto e resta determinata a trasformare una profonda ferita per il territorio in una solida prospettiva di innovazione e capace di raccogliere la sfida della transizione energetica”.

Ge-Group ha inoltre confermato la disponibilità a raccogliere la richiesta di Regione e sindacati di procedere all’assunzione dei 26 lavoratori ex Bekaert rimasti tutt’oggi senza occupazione.

Il consigliere Fabiani ribadisce la soddisfazione manifestata dal presidente Giani. “Siamo di fronte – ha osservato Fabiani – a un progetto che fa della versatilità la chiave per garantire occupazione e sostenibilità produttiva ed economica. La Regione sin dai momenti più critici è stata sempre presente sulla vertenza e continuerà a farlo. Oggi abbiamo attraversato un importante bivio verso la reindustrializzazione”.

“Oggi si è tenuto un incontro davvero significativo sulla reindustrializzazione Bekaert e si è inserito un altro tassello al lavoro in corso sul bacino occupazionale del Valdarno”, ha dichiarato Giulia Mugnai, sindaca di Figline e Incisa Valdarno, che ha preso parte all’incontro assieme ad altri sindaci e amministratori del Valdarno aretino e fiorentino.

“Come ripetuto in più occasioni, infatti, per il Comune – ha proseguito Mugnai – le priorità per il territorio sono sempre state due: la ricollocazione degli ex lavoratori Bekaert, ad oggi in larga parte avvenuta grazie alle battaglie sindacali e all’impegno dei centri per l’impiego, e la reindustrializzazione dello stabilimento, attualmente abbandonato, riportando effettivamente i 318 posti di lavoro persi sul territorio.

Il progetto presentato da Ge Group, che ringrazio per l’interesse che sta dimostrando verso il nostro territorio, è un complesso sistema di economia circolare, con una spinta innovativa che guarda davvero al futuro del Valdarno.

TOSCANA ECONOMY - Ex Bekaert, reindustrializzazione con Ge-Group

Un progetto che auspichiamo possa essere messo a terra al più presto e per il quale, come Comune, abbiamo dato massima disponibilità per renderci facilitatori dei processi, soprattutto dal punto di vista delle nostre competenze in ambito urbanistico, edilizio e ambientale, in modo da velocizzare più possibile la concreta ripartenza di attività industriali nell’area ex Bekaert, arrivando alla risoluzione di una criticità che grava sul nostro territorio e che non è più rimandabile oltre.

Il raggiungimento di questo obiettivo è parte fondamentale del tavolo sul bacino occupazionale del Valdarno, ma non è il solo dal momento che ci stiamo occupando sia del tema della formazione che della professionalizzazione dei potenziali lavoratori presenti sul nostro territorio, anche alla luce dello studio Irpet presentato nelle scorse settimane, dal quale sono emerse le necessità e i punti di forza del Valdarno. Su tutti questi punti stiamo lavorando insieme, tra Istituzioni, soggetti economici, associazioni datoriali e parti sociali per un rilancio vero del tessuto economico della vallata”.

L’ex Bekaert di Figline e Incisa Valdarno è uno storico insediamento industriale specializzato fino al 2018 nella produzione dello steel-cord, cordicella metallica utilizzata per la fabbricazione degli pneumatici. Fino alla comunicazione da parte della multinazionale belga Bekaert della dismissione dello stabilimento toscano, impiegava 318 lavoratori. Nell’estate dello scorso anno, Ge-Group ha sottoscritto un contratto preliminare d’acquisto per rilevare il sito e l’immobile ex-Bekaert.

Leggi altre notizie in vetrina

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche