• 08/08/2022

Digitalizzazione PA: a Pisa un accordo per tagliare la burocrazia e agevolare le imprese

 Digitalizzazione PA: a Pisa un accordo per tagliare la burocrazia e agevolare le imprese

Raffaella Bonsangue, Vicesindaco del Comune di Pisa

Sottoscritta una convenzione tra Palazzo Affari e Palazzo Gambacorti per dare concreta attuazione alla semplificazione, snellire la burocrazia e agevolare le imprese nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Pisa, 1 luglio 2021. Firmata ieri l’accordo che favorirà lo scambio di dati tra Camera di Commercio di Pisa e Comune di Pisa. Un passo verso la progressiva digitalizzazione della pubblica amministrazione e una nuova opportunità per migliorare i servizi offerti a cittadini e imprese. A firmarlo “per via telematica”, Valter Tamburini, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Pisa, e il vicesindaco del Comune di Pisa, Raffaella Bonsangue.

“Grazie all’accordo il personale della Camera di Commercio avrà la possibilità di accedere, consultare, verificare per via telematica e per i propri adempimenti istituzionali, la banca dati anagrafica della popolazione maggiorenne residente del Comune di Pisa – hanno spiegato dalla Camera di Commercio -. Allo stesso modo, anche i funzionari del Comune potranno accedere alla banca dati telematica nazionale del Registro Imprese, attiva dal 1996, per verificare le informazioni d’imprese competenza con facoltà di consultare indirizzi, per verificare attività, amministratori o altre persone con ruoli aziendali.”

L’obiettivo dell’accordo siglato ieri è quello di “facilitare lo svolgimento dei compiti istituzionali delle due Amministrazioni ottimizzando le risorse e a velocizzare i procedimenti amministrativi senza aggravi per l’utenza, razionalizzando i costi e, non ultimo, anche a valorizzare il grande patrimonio di dati in possesso ai due Enti”. Sono, infatti, numerose le richieste di verifica di residenza o domicilio che annualmente la Camera di Commercio sottopone al Comune di Pisa e che, da ora in poi, l’istituzione potrà fare in maniera autonoma con il proprio personale senza aggravare il lavoro dei funzionari dell’Amministrazione comunale.

“La convenzione che sigliamo non rappresenta solo il segno di una leale collaborazione tra le Amministrazioni Pubbliche ma anche l’avvio di un’esperienza pilota di messa a fattor comune di sistemi informativi che ci consentiranno di risparmiare tempo e denaro pubblico nelle quotidiane attività burocratiche degli uffici – ha commentato Valter Tamburini -. Come Camera di Commercio, auspichiamo che accordi analoghi possano essere replicati con gli altri comuni del territorio provinciale e che presto si dia pieno compimento all’interoperabilità delle banche dati pubbliche a livello nazionale.”

Soddisfazione anche da parte di Raffaella Bonsangue: “Un percorso e una meta di reciproca soddisfazione per gli enti sottoscrittori dell’accordo che testimonia la capacità di sinergia tra amministrazioni, con l’obiettivo di ottimizzazione delle rispettive risorse e di fornire un miglior servizio ai cittadini.”

Fonte: Camera di Commercio di Pisa

Approfondimenti

Può interessare: La ricetta della ripartenza per Cna Toscana 

Francesco Ugolini

Leggi anche