• 01/03/2024

Bando per il sostegno al passaggio generazionale aziendale

TOSCANA ECONOMY Bando per il sostegno al passaggio generazionale aziendale

Camera di Commercio Maremma e Tirreno


TOSCANA ECONOMY Bando per il sostegno al passaggio generazionale aziendale

Grosseto e Livorno


08/06/2022 – 30/11/2022


Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese, rientranti nella definizione di PMI di cui all’Allegato 1 del Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione europea, iscritte e attive dall’1/1/2022 al Registro Imprese, annotate con la qualifica di IMPRESA ARTIGIANA (sezione speciale), che abbiano completato il “passaggio generazionale” entro e non oltre i 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda al presente bando.
Ai fini del presente del bando, per “passaggio generazionale” si fa riferimento alla prosecuzione dell’attività svolta da imprese “originarie” iscritte al R.I. come “imprese artigiane” (sezione speciale) ed attive da almeno 10 anni.

Le imprese potenziali beneficiarie potranno essere:

  1. una nuova impresa iscritta al R.I. a seguito di cessazione di attività da parte dell’impresa
    “originaria”;
  2. l’impresa “originaria” stessa purché sia stata oggetto di una modifica della compagine sociale o
    amministrativa.

Inoltre, la prosecuzione dell’attività dell’impresa “originaria”, indipendentemente da quale sia la forma prescelta di cui ai punti precedenti, dovrà avvenire da parte di almeno uno dei seguenti casi:

  • parente del titolare/socio dell’impresa “originaria” entro il 3° grado;
  • dipendente (inserito anche con la formula del contratto di apprendistato) presente da almeno 3 anni nell’organico dell’impresa “originaria”.

In relazione agli interventi finanziati dalla Camera, si considerano come costi ammissibili solo le spese direttamente e specificatamente imputabili all’iniziativa comprovate da documenti fiscalmente validi, intestati all’impresa richiedente il contributo e corredati da idonea documentazione attestante l’avvenuto pagamento.
Sono ammissibili le spese funzionalmente correlate all’attuazione di un progetto di ricambio generazionale ed alla fase di start up iniziale, sostenute nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda di contributo (fa fede la data di emissione della fattura), quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo:

  1. oneri funzionali e correlati al passaggio generazionale d’impresa (spese notarili, ecc.);
  2. canone di affitto ramo di azienda
  3. spese di registrazione di marchi, brevetti e disegni, certificazioni;
  4. acquisto di beni e servizi per la digitalizzazione dell’impresa (p.e. software, hardware, tecnologie wireless, sviluppo siti web ed e-commerce, etc.);
  5. canone affitto (max 12 mesi);
  6. spese per acquisto di nuovi macchinari, impianti, attrezzature e beni immateriali funzionali alla nuova gestione aziendale e al piano di sviluppo, e non rientranti nel contratto di cessione, donazione o trasformazione;
  7. spese legate ai processi di innovazione di processo / prodotto (p.e. test di prova, test in laboratorio, realizzazione prototipi, collaudi finali, etc.);
  8. spese per la formazione obbligatoria e/o professionale e/o qualificazione del/i titolari e/o soci e/o dipendenti dell’impresa subentrante nell’attività;
  9. spese di consulenza (organizzativa, finanziaria, commerciale, tecnica, temporary management) per la fase di avvio del programma di ricambio generazionale della durata massima di sei mesi;
  10. spese di marketing e comunicazione

Le spese di cui ai punti h), i), j) saranno ritenute ammissibili nel limite massimo del 10% del totale delle spese ammissibili.
L’investimento minimo per partecipare al bando è fissato in € 3.000 e deve essere realizzato nella sede e/o U.L. situate nel territorio di competenza della Camera della Maremma e del Tirreno.
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero. In tal caso, in fase di presentazione della domanda di partecipazione, dovrà essere prodotta idonea documentazione attestante tale situazione fiscale.


TOSCANA ECONOMY Bando per il sostegno al passaggio generazionale aziendale

Il Bando prevede l’erogazione di un voucher a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute e ritenute ammissibili (al netto di IVA) di cui al successivo art. 5 e comunque fino ad un massimo di €5.000,00 euro.
Sarà riconosciuta una premialità aggiuntiva pari al 5% del contributo, nel caso in cui il soggetto titolare della nuova impresa sia nato dopo il 01.01.1993.
I contributi saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art ͘28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.
Nell’ambito della riserva di cui all’art. 2, tenuto conto del sistema di punteggi definito nella Delibera dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato del 15 maggio 2018, n. 27165, è riconosciuta – fino all’esaurimento della predetta riserva – una premialità di € 250,00 aggiuntiva al contributo anche nel caso di raggiungimento della quota massima, ma comunque nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis, qualora l’impresa sia in possesso, al momento dell’erogazione del contributo, di almeno il punteggio base (una “stelletta”) previsto dall’art. 3 della citata Delibera. Per beneficiare di tale premialità, è però necessario che l’impresa sia già in possesso del rating di legalità al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando; la premialità non può essere concessa qualora il rating sia acquisito dopo la presentazione della domanda di partecipazione, anche se l’iter di richiesta del rating ha avuto inizio prima della trasmissione dell’istanza. Per l’assegnazione di tale premialità fa fede l’ordine cronologico di presentazione delle domande stabilito in base al numero di
protocollo assegnato dalla piattaforma al momento dell’invio telematico.

Scarica il bando




Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche