• 21/01/2022

Auto no problem scommette sul veicolo elettrico

 Auto no problem scommette sul veicolo elettrico

Guidare un’auto usufruendo di una formula di noleggio a lungo termine garantisce numerosi vantaggi di tipo economico e gestionale. A spiegarci come si è evoluto e in che direzione va il mercato delle auto a noleggio è Matteo De Bortoli, amministratore & Fondatore di Auto No Problem, società di Sovigliana specializzata nel noleggio a lungo termine e nella gestione delle flotte aziendali con un’esperienza decennale nel settore automotive

TOSCANA ECONOMY Auto no problem scommette sul veicolo elettrico
Matteo De Bortoli, amministratore di Auto No Problem

Il noleggio auto a lungo termine ormai è una soluzione per cui tanti optano in alternativa all’acquisto definitivo di un’auto. In pochi anni da soluzione per gli spostamenti dei manager delle grandi aziende è diventato strumento di lavoro anche per le PMI e presto non sarà più una costosa alternativa per il privato. 

È di quest’idea Matteo De Bortoli che ha creato una tra principali piattaforme on line per il noleggio a lungo termine: Auto No Problem, da alcuni anni affiancata da Furgone No Problem.

«Il cliente può scegliere sul nostro sito la macchina che preferisce –  ci spiega De Bortoli – Può scegliere per fascia di prezzo, per modello, poi se vuole assistenza ci siamo noi con i  nostri consulenti che seguono il cliente in ogni sua esigenza». Un’azienda che ha investito in maniera seria nel Customer Care.

Non acquistano le macchine, ne dipendono dai concessionari. Sono broker plurimandatari di importanti operatori di mercato che acquistano lotti di macchine direttamente dai costruttori.

«Queste aziende acquistano centinaia di macchine direttamente dalle case costruttrici –  spiega  De Bortoli – ottenendo forti sconti. Oggi è il cliente privilegiato delle case automobilistiche, viene anche prima del concessionario».  Questo fa sì che  Auto No Problem possa proporre dei prezzi interessanti al cliente e soprattutto offrire una macchina e un servizio personalizzato.

Quattordici anni di esperienza, una delle prime realtà imprenditoriali che ha creduto nel noleggio. 

Partiti nel 2007 con una start up per la consulenza aziendale, hanno visto nel noleggio un mercato che negli anni sarebbe decollato. Nel 2014 creano il marchio on line che oggi, con i suoi oltre 2000 clienti, è uno dei leader del mercato. 

L’ultimo progetto che partirà a breve è una “scuola” per la formazione di agenti. La formazione sarà fatta dalla prima associazione di agenti noleggiatori, si chiama AMINA, fondata nel 2019 grazie alla volontà di alcuni top broker italiani per creare il ruolo del consulente di mobilità.

«Abbiamo deciso di mettere a disposizione la nostra esperienza per offrire un opportunità di lavoro a chi vuole intraprendere la carriera di consulente di mobilità. Una vera e propria professione con un futuro tutto da scoprire».

Una delle nuove frontiere del noleggio è quella dell’usato che per Matteo De Bortoli è oggi lo strumento per avvicinare il privato al noleggio e uno strumento per favorire quello che ormai sarà il trasporto del domani: il veicolo elettrico. «Grazie all’usato si crea un secondo canale di noleggio valido per il privato che può guidare una macchina senza alcun rischio di prendere una fregatura, con una rata mensile abbordabile per le sue tasche. Visto che oggi il mercato dell’usato supera quelle del nuovo, siamo sicuri che sarà un volano per rendere più fruibile l’auto elettrica». 

I noleggiatori credono in un mercato secondario dell’elettrico e quindi oggi offrono quelle macchine a prezzi accessibili, contando di riproporle come usato, visto che le batterie hanno una garanzia di 10 anni ed il noleggio al massimo è di 4 anni.

TOSCANA ECONOMY Auto no problem scommette sul veicolo elettrico
foto aerea


APPROFONDIMENTI

Guarda il nuovo rapporto sul meccanismo di relazioni sui trasporti e sull’ambiente

Vedi l’orientamento delle politiche europee sul futuro elettrico


AUTO ELETTRICHE: COSA DEVI SAPERE

Il motore di un’auto elettrica a differenza di un tradizionale motore non necessita di una combustione interna ma si avvale di energia chimica immagazzinata in un deposito costituito dal pacco batterie.
Le auto elettriche sono ecologiche perché non emettono gli inquinanti tipici della combustione come invece fanno i propulsori endotermici: quindi non solo riducono l’inquinamento atmosferico, ma diminuiscono notevolmente la dipendenza dal petrolio, per questo motivo, sono classificate con la sigla “zero emissioni di CO2”.
Rispetto alle auto a motore termico, sono impareggiabilmente silenziose, percorrono molti Km con un consumo molto basso ed hanno una prestazione in accelerazione sorprendente (da 0 a 100km/h anche in 3,7 secondi).
Sono ideali per trasferimenti in città o per il corto pendolarismo, inoltre godono di basse spese di manutenzione e questo influisce in maniera notevolmente positiva sul costo di gestione dell’auto nel medio lungo termine.
A maggior salvaguardia della sicurezza del conducente, in caso di sinistro, l’auto elettrica non avendo combustibile a bordo ha meno probabilità di incendiarsi, anche se le batterie li-ion non sono completamente esenti da questo rischio.

In sintesi i vantaggi di guidare un’auto elettrica sono:
• Bassi consumi
• Bassi costi di gestione
• Basso impatto atmosferico
• Alte prestazioni in accelerazione

Fonte: auto-noproblem.com


Daniele Rovai

Giornalista - daniele.rovai@toscanaeconomy.it