• 01/02/2023

Assunzioni con sgravi: cosa è in arrivo con la Legge di Bilancio 2023

 Assunzioni con sgravi: cosa è in arrivo con la Legge di Bilancio 2023

Il 29 novembre scorso si è svolto l’esame preliminare della bozza riguardante la Legge di Bilancio 2023.

Quest’ultima deve essere approvata entro il 31 dicembre 2023 ed è una legge della Repubblica Italiana con la quale viene approvato il bilancio dello Stato. Si tratta di un documento contabile di tipo preventivo, che comunica al Parlamento le spese pubbliche e le entrate previste per l’anno successivo.

Vediamo cosa è previsto in materia di sgravi sulle assunzioni.

Sono confermate le assunzioni agevolate per favorire l’assunzione di donne, giovani under 36 e percettori di reddito di cittadinanza. In alcuni casi si rende necessario attendere l’autorizzazione da parte dell’Unione Europea per la piena applicazione delle misure.

Vediamo ognuna di queste agevolazioni.

Donne

Per promuovere l’assunzione femminile lo sgravio totale già transitoriamente in vigore si estende alle nuove assunzioni di donne lavoratrici effettuate a decorrere dal 1º gennaio 2023 al 31 dicembre 2023.

Si tratta di un esonero contributivo del 100%, nel limite massimo di importo di 6.000 euro annui.

Il requisito dello svantaggio è relativo all’essere prive di impiego da oltre 12, 6 o 24 mesi rispettivamente in base all’età, alla residenza in aree particolari o ovunque residenti.

Il beneficio può trovare applicazione anche ai casi di:

– trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine non agevolati, per 18 mesi a decorrere dalla data di trasformazione;

 – proroga del contratto, in conformità alla disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato, fino al limite complessivo di 12 mesi.

Giovani under 36

L’esonero spetta a tutti i datori di lavoro privati, incluso il settore agricolo (fatta eccezione per la Pubblica Amministrazione, nonché per le imprese del settore finanziario).

Il riconoscimento del beneficio spetta ai datori di lavoro che non abbiano proceduto, nei 6 mesi precedenti l’assunzione, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi nei confronti di lavoratori inquadrati con la medesima qualifica nella stessa unità produttiva.

Lo sgravio si applica per l’assunzione a tempo indeterminato effettuate nel 2023 di lavoratori che non abbiano compiuto il 36° anno di età e non devono essere stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro nel corso dell’intera vita lavorativa.

È previsto un esonero contributivo del 100% , per un periodo massimo di 36 mesi, nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui.

Restano esclusi i rapporti di apprendistato, i contratti di lavoro domestico, i contratti di lavoro intermittente o a chiamata (ancorché stipulati a tempo indeterminato), i rapporti di lavoro a tempo indeterminato di personale con qualifica dirigenziale, le prestazioni occasionali.

L’efficacia della disposizione è subordinata all’autorizzazione della Commissione UE.

Percettori di reddito di cittadinanza

Per favorire l’inserimento stabile nel mercato del lavoro dei beneficiari del reddito di cittadinanza, ai datori di lavoro privati che, a decorrere dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, assumono lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato è riconosciuto, per un periodo massimo di dodici mesi, l’esonero totale dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

L’esonero spetta anche per le trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato effettuate nell’anno 2023.

 

Giuliana Parzanese 
Sono iscritta all’Albo dei Consulenti del lavoro dal 2013 e ho il mio studio a Prato. Aiuto aziende e lavoratori a gestire con serenità le questioni di lavoro: mi piace semplificare quello che appare troppo “burocratico”. Mi piace anche utilizzare le nuove tecnologie nella mia professione: offro  consulenze on line e utilizzo app che rendono disponibili buste paga e documenti di lavoro, direttamente dal proprio smartphone.Credo molto nelle relazioni umane: accoglienza e gentilezza per me sono valori fondamentali. 
Ufficio – Via della Romita, 73 – 59100 Prato (PO) 
TOSCANA ECONOMY Assunzioni con sgravi: cosa è in arrivo con la Legge di Bilancio 2023

Giuliana Parzanese

ADV

LA SICUREZZA DELLE IMPRESE È A PORTATA DI SMARTPHONE

Il Corpo Vigili Giurati, leader nella sicurezza da quasi 100 anni, integra la vigilanza h24 con le più avanzate tecnologie: telecamere con sensori di movimento, allarmi controllabili da remoto, collegamento GPS. Nel 2023 lancerà una novità smart e sostenibile: la serratura elettronica con app dedicata e integrata con sistemi di risparmio energetico e purificazione dell’aria.

Leggi anche