• 08/08/2022

Artex, inaugurata a Grosseto “La Galleria dell’Artigianato”

 Artex, inaugurata a Grosseto “La Galleria dell’Artigianato”

La creatività e l’eccellenza dell’artigianato toscano sono in mostra al Polo culturale Le Clarisse fino al 26 settembre 2021. “La Galleria dell’Artigianato” è un progetto promosso dalla Regione Toscana , in collaborazione con Confartigianato Toscana e CNA Toscana, con il patrocinio di Provincia e Comune di Grosseto e realizzato da Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, per dare visibilità alle produzioni artistiche toscane di alta qualità.

“L’obiettivo che Artex si è posta nel 2021 è quello di permettere a una fetta sempre più grande di clienti di entrare in contatto con produzioni di eccellenza, dal grande valore culturale, che spesso sono poco visibili e appartengono a un settore di nicchia del mercato ma che per la loro originalità rappresentano un elemento di identità della Toscana”, commenta Giovanni Lamioni, presidente di Artex e spiega: “La mostra ‘Galleria dell’Artigianato. Splendide Trame’ si snoderà all’interno del Polo culturale delle Clarisse, sede del Museo Collezione Gianfranco Luzzetti e vedrà la partecipazione di 36 artigiani toscani, con un focus al primo piano su alcune produzioni di eccellenza del territorio di Grosseto e della Maremma. Al piano terra gli oggetti esposti dialogheranno con le opere d’arte conservate nelle sale del Museo Luzzetti, avendo come fulcro la chiesa dei Bigi. La selezione dei pezzi è stata costruita in accordo con il curatore scientifico del progetto galleria dell’Artigianato, Jean Blanchaert e con il supporto della direzione artistica della mostra, Studio LaVanguardia, ed è stata validata da Luzzetti stesso”.

La mostra “Galleria dell’artigianato” inaugura La Città visibile 2021, la manifestazione d’arte e animazione culturale urbana organizzata dal Polo culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura, giunta alla dodicesima edizione. La rassegna quest’anno è dedicata al tema “Il lavoro culturale: il mito della provincia a 50 anni dalla morte di Luciano Bianciardi” per chiedersi se, mezzo secolo dopo la scomparsa del grande scrittore grossetano, la provincia possa ancora rappresentare nuove e spontanee forze di rinnovamento e produrre fenomeni culturali in grado di creare identità e coesione sociale. Proprio a questo tema è dedicato l’intero programma di eventi che dal 18 al 26 settembre animeranno il centro storico di Grosseto: l’evento clou sarà – come da tradizione – la Notte visibile della cultura, in programma sabato 25 settembre dalle ore 18 a mezzanotte sulle Mura medicee, con un “circuito” di aree spettacolo con performance, installazioni e la mostra sull’artigianato artistico locale alla Sala Eden.

Leggi anche