• 04/12/2021

Aquila Energie dà vita a una nuova foresta in Camerun

 Aquila Energie dà vita a una nuova foresta in Camerun

Un piccolo gesto per un mondo più verde e sostenibile: Aquila Energie, azienda attiva nella rete di distribuzione carburanti nel centro Italia, darà vita ad una nuova foresta in Camerun, piantando 200 alberi di cacao a sostegno delle comunità locali e dell’ambiente. L’occasione è nata grazie al nuovo progetto di collaborazione che l’azienda fiorentina ha avviato con Treedom, il primo sito al mondo per piantare alberi a distanza in progetti di sostenibilità ambientale e sociale. “È stata una scelta naturale quella di collaborare con Treedom – spiega Filippo Cecchi, Amministratore Delegato di Aquila Energie. – Aquila Energie, oltre a prediligere le iniziative provenienti da realtà territoriali e quindi condividendo la fiorentinità con Treedom, ha trovato anche un alleato prezioso per condividere strategie di lungo periodo. Abbiamo scelto il Camerun perché si tratta di un paese particolarmente significativo per Treedom, che da qui ha fatto partire la sua storia nel 2010 e sempre da qui, con questo piccolo omaggio, Aquila vuole dare vita alla sua prima foresta”.

I progetti Treedom, tuttavia, non hanno un impatto significativo solo per l’ambiente, ma rivestono un ruolo sociale per le comunità locali coinvolte. Gli alberi piantati vengono infatti aggiunti a colture annuali già esistenti, che sono alla base del sostentamento delle famiglie di contadini, offrendo l’opportunità di diversificare il loro reddito, creando un ecosistema in cui le diverse specie potranno darsi una mano a vicenda. Oggi sono più di 100mila i contadini che partecipano attivamente in tutto il mondo ai progetti di Treedom, i cui alberi, oltre a favorire la crescita delle colture, fungono anche da difesa da eventi atmosferici più estremi. 

Con questo progetto Aquila Energie prosegue il percorso tracciato quest’anno con la pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità, perseguendo azioni di sostenibilità economica, sociale ed ambientale.