• 05/12/2021

A Pisa sale la domanda di lavoro rispetto a ottobre 2019

 A Pisa sale la domanda di lavoro rispetto a ottobre 2019

Tendenza con segno positivo anche nel mese di ottobre 2021 per la domanda di lavoro delle imprese pisane, con dipendenti del settore industriale e dei servizi, secondo i dati del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL ed elaborati dalla Camera di Commercio di Pisa. Sono infatti 2.810 le entrate previste dalle imprese pisane con dipendenti: un incremento di 1.080 unità rispetto allo stesso mese del 2020 (+38,5%), ma il dato comparativo più significativo è l’aumento di 330 unità rispetto all’ottobre del 2019, periodo prepandemico, e dunque un +13%.

A livello nazionale, con una previsione ad Ottobre 2021 di 505mila assunzioni, il dato percentuale della crescita rispetto allo stesso mese nel 2019 (+29,1%) è però superiore a quello pisano. Se estendiamo l’analisi al trimestre ottobre-dicembre 2021 la domanda di lavoro espressa dal sistema imprenditoriale pisano arriva a quota 7.340 con un incremento di 480 unità rispetto al medesimo trimestre del 2019.

“Continua la tendenza a crescere della domanda di lavoro espressa dalle aziende pisane, in parallelo ad alcuni incoraggianti segnali di ripresa dell’economia – ha detto il Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini – resta invece severo, ed il quadro è generalizzato a livello nazionale, il gap domanda-offerta di lavoro soprattutto a causa della mancanza delle figure professionali ricercate dalle imprese. Il tema è quello ricorrente, come allineare i percorsi scolastici e di formazione professionale con le reali esigenze e aspettative delle imprese”.

Il 26% delle assunzioni previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre per il 74% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita). La quota di assunzioni destinataria di contratti di somministrazione si attesta al 8%, il 25% dei contratti sarà offerto a personale under 30 e per una quota pari al 70% delle entrate viene richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore.

A livello settoriale la domanda di lavoratori che si registra in provincia di Pisa viene soprattutto dai servizi alle imprese che, rispetto al settembre 2019, registrano un +35%. Segno positivo anche per i servizi alla persona con un +25%, mentre si registra un calo nel commercio (-11%) e nel Turismo (-21%); continua a crescere anche l’Industria manifatturiera (+6%) e spicca il balzo in avanti delle costruzioni (+74%) evidentemente frutto dell’avvio e dell’efficacia dei “bonus” per l’edilizia.

L’indagine – I dati provengono dall’analisi della Camera di Commercio di Pisa sui dati del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL, sulla base delle entrate previste dalle imprese con dipendenti dell’industria e dei servizi a ottobre 2021. Leggi il documento integrale.